Domande Frequenti

Ogni lavoratore per il quale l’azienda versa mensilmente le quote a EBM Salute ha diritto a richiedere le prestazioni previste dal Piano Sanitario e riepilogate nella Mini Guida.

NO, la registrazione dei lavoratori al portale di UniSalute è possibile solo dal 1° giorno del 5° mese successivo al primo versamento effettuato dall’azienda.

I contributi sono interamente a carico del datore di lavoro. Nel cedolino viene evidenziato il contributo figurativo che garantisce la copertura assicurativa della Polizza UniSalute per il lavoratore a partire dal 5° mese successivo a quel mese di competenza come da seguente schema:

MESE COMPETENA VERSAMENTO QUOTA

MESE COPERTURA POLIZZA UNISALUTE

GENNAIO

MAGGIO

FEBBRAIO

GIUGNO

MARZO

LUGLIO

APRILE

AGOSTO

MAGGIO

SETTEMBRE

GIUGNO

OTTOBRE

LUGLIO

NOVEMBRE

AGOSTO

DICEMBRE

SETTEMBRE

GENNAIO (anno successivo)

OTTOBRE

FEBBRAIO (anno successivo)

NOVEMBRE

MARZO (anno successivo)

DICEMBRE

APRILE (anno successivo)

Se nel cedolino viene evidenziato il contributo figurativo versato dall’azienda per il lavoratore questo non implica automaticamente che la contribuzione sia regolare e cioè che il versamento tramite F24 delle quote e/o la comunicazione dei lavoratori tramite Flussi Uniemens sia stata fatta nei tempi previsti o in modo regolare. Solo il rispetto delle modalità di contribuzione mensile da parte dell’azienda garantisce la copertura assicurativa di ogni lavoratore in forza.

Se nel cedolino non fosse evidenziato il contributo figurativo ad EBM Salute questo non implica che la contribuzione non sia regolare e che l’azienda non sia iscritta. Vi invitiamo pertanto a verificare con l’amministrazione aziendale per chiarimenti.

E’ onere dell’azienda informare il lavoratore dell’avvenuta adesione ad EBM Salute ma è compito del lavoratore iscriversi ad EBM Salute, dopo 4 mesi dal primo versamento effettuato dall’azienda. L’iscrizione avviente tramite l’Accesso Area Risevata presente in home page cliccando su “Se non sei ancoraa registrato registrati”.

I Lavoratori dipendenti di una Azienda che applica il contratto Unionmeccanica Confapi PMI (codice 115) che abbia provveduto alla contribuzione per almeno un mese di competenza ad EBM Salute (codice versamento F24 EBMC – codice contributo Flusso Uniemens EBMQ) in data uguale o successiva al 01 gennaio 2018 possono registrarsi alla Piattaforma EBM Salute secondo le indicazioni del Manuale di Registrazione Lavoratore EBM Salute.

Se l’Azienda versa le quote per il Lavoratore anche ad E.B.M., il lavoratore dovrà registrarsi separatamente anche alla Piattaforma E.B.M. secondo le indicazioni del Manuale di Registrazione Lavoratore E.B.M.

I lavoratori con 4 mesi di contribuzione possono registrarsi alla Area Riservata EBM Salute secondo le indicazioni del Manuale di Registrazione Lavoratore EBM Salute.

Dalla propria Area Riservata EBM Salute potranno accedere direttamente al portale UniSalute cliccando sulla relativa icona per prenotare visite ed esami o richiedere rimborsi delle prestazioni sanitarie effettuate, consultare l’estratto conto per verificare lo stato di lavorazione delle richieste di rimborso, visualizzare l’agenda con gli appuntamenti, con possibilità di modificarli o disdirli.

All’interno dell’Area Riservata EBM Salute i lavoratori potranno inoltre verificare mese per mese la copertura della polizza assicurativa.

Per accedere alla posizione personale sulla App UniSalute, UniSalute Up, dovranno effettuare una registrazione a parte ed utilizzare  credenziali di accesso specifiche (diverse da quelle dell’Area Riservata EBM Salute).

Come previsto da regolamento EBM SALUTE i lavoratori entrano in copertura sanitaria il 1° giorno del 5° mese successivo al primo versamento effettuato dall’azienda come da seguente schema

MESE COMPETENZA VERSAMENTO QUOTA

MESE COPERTURA POLIZZA UNISALUTE

GENNAIO

MAGGIO

FEBBRAIO

GIUGNO

MARZO

LUGLIO

APRILE

AGOSTO

MAGGIO

SETTEMBRE

GIUGNO

OTTOBRE

LUGLIO

NOVEMBRE

AGOSTO

DICEMBRE

SETTEMBRE

GENNAIO (anno successivo)

OTTOBRE

FEBBRAIO (anno successivo)

NOVEMBRE

MARZO (anno successivo)

DICEMBRE

APRILE (anno successivo)

Potrai scaricare UniSalute Up dallo store Google Play e App Store.

Per accedere alla posizione personale sulla App UniSalute, UniSalute Up, i lavoratori dovranno effettuare una registrazione a parte ed utilizzare  credenziali di accesso specifiche (diverse da quelle dell’Area Riservata EBM Salute).

Puoi consultare la Guida ai Servizi Online UniSalute o guardare il Video Tutorial dei servizi WEB UniSalute per scoprire come prenotare visite ed esami, chiedere il rimborso delle spese, consultare l’estratto conto per verificare lo stato di lavorazione delle richieste di rimborso, visualizzare l’agenda con i prossimi appuntamenti, modificarli o disdirli a portata di click.

Puoi guardare il Video Tutorial UniSalute Up per scoprire come prenotare visite ed esami, chiedere il rimborso delle spese, consultare l’estratto conto per verificare lo stato di lavorazione delle richieste di rimborso, visualizzare l’agenda con i prossimi appuntamenti, modificarli o disdirli comodamente dal tuo smartphone.

Il Piano Sanitario è dedicato non solo agli iscritti del Fondo E.B.M. Salute ma ai famigliari fiscalmente a carico. Il coniuge, non legalmente ed effettivamente separato, il convivente di fatto (di cui alla L.76/2016), ed i figli risultanti dallo stato di famiglia, se fiscalmente a carico, possono esser iscritti gratuitamente a UniSalute e usufruire del medesimo Piano Sanitario. L’iscrizione gratuita comporta l’inclusione nel Piano Sanitario del lavoratore titolare iscritto e la condivisione delle garanzie sanitarie e dei massimali secondo quanto previsto dalle Guida al Piano Sanitario.

Lavoratori e Familiari Fiscalmente a Carico
Potrai effettuare l’estensione del Piano Sanitario al tuo nucleo fiscalmente a carico in qualunque momento, gratuitamente.
Per iscriversi è sufficiente seguire le istruzioni al seguente link.

Familiari NON Fiscalmente a Carico
L’adesione a pagamento potrà essere effettuata durante la finestra temporale che verrà indicata con news sul sito e con comunicazione inviata via email a tutti i lavoratori registrati all’Area Riservata EBM Salute. Verranno altresì indicate le modalità di adesione ed il costo annuale.

Per Familiari, sia fiscalmente che NON fiscalmente a carico,  si intendono:
– Il coniuge, compreso il convivente di fatto (di cui alla L.76/2016) fiscalmente a carico
– I figli risultanti dallo stato di famiglia fiscalmente a carico

Il coniuge, compreso il convivente di fatto (di cui alla L.76/2016), ed i figli risultanti dallo stato di famiglia, tutti fiscalmente a carico, possono esser iscritti gratuitamente come indicato al seguente link.

La data di inizio copertura della Polizza per il Familiare Fiscalmente a Carico non può essere precedente alla data di inizio copertura dalla Polizza per il Lavoratore (Titolare). Precisiamo inoltre che i familiari a carico avranno retroattivamente diritto alle prestazioni a partire dalla data acquisizione requisiti (data di nascita per i figli propri, data variazione stato di famiglia per figli adottivi, data di matrimonio per i coniugi e data di inizio convivenza per conviventi «more uxorio») o, se precedente, dal 1° gennaio dell’anno di inserimento.

La possibilità dell’estensione a pagamento della polizza ai famigliari non fiscalmente a carico, e la quota da versare, viene valutata dal Comitato Esecutivo in accordo con UniSalute di anno in anno.

La finestra temporale per l’avvio della campagna di adesioni annuale viene pubblicata ad inizio anno nella sezione News del sito EBM Salute e comunicata tramite email a tutti i lavoratori iscritti all’Area Riservata EBM Salute

La decorrenza del piano sanitario per i famigliari non fiscalmente a carico sarà dal 1° gennaio al 31 dicembre, validata dal Fondo EBM Salute con la verifica del pagamento della relativa quota.

Per il 2022 la Campagna di Adesioni sarà attiva fino al 13 marzo 2022.

Le modalità di adesione sono descritte al seguente link.

No, non è possibile portare in deduzione l’importo versato dal Lavoratore all’Assicurazione per l’estensione della Polizza ai Familiari NON Fiscalmente a Carico

Il Piano Sanitario EBM Salute non prevede la possibilità di aumentare volontariamente le coperture.

Nel caso in cui l’azienda non versasse la contribuzione per i lavoratori in forza entro il 16 del mese successivo a quello di competenza, o non inviasse i Flussi Uniemens entro la fine del mese successivo a quello di competenza, non verrebbe garantita la copertura della Polizza UniSalute dei lavoratori per il 5° mese successivo come da seguente schema:

MESE COMPETENZA VERSAMENTO QUOTA

MESE COPERTURA POLIZZA UNISALUTE

GENNAIO

MAGGIO

FEBBRAIO

GIUGNO

MARZO

LUGLIO

APRILE

AGOSTO

MAGGIO

SETTEMBRE

GIUGNO

OTTOBRE

LUGLIO

NOVEMBRE

AGOSTO

DICEMBRE

SETTEMBRE

GENNAIO (anno successivo)

OTTOBRE

FEBBRAIO (anno successivo)

NOVEMBRE

MARZO (anno successivo)

DICEMBRE

APRILE (anno successivo)

In questo caso i lavoratori non potranno accedere alle prestazioni in convenzione diretta finché l’azienda non regolarizza la posizione contributiva. Potranno invece procedere con la richiesta di rimborso della prestazione che però verrebbe comunque autorizzato solo a seguito della regolarizzazione contributiva.

Se si è già in possesso delle credenziali ma la prenotazione delle prestazioni risulta bloccata potrebbe essere a causa di una irregolarità contributiva. La invitiamo pertanto a farci contattare dall’amministrazione aziendale chiamando il numero 06.89229201 o a scrivendo a info@ebmsalute.it per effettuare le opportune verifiche e fornire indicazioni su come regolarizzare la posizione.

Nota bene: A cavallo di due mesi è probabile che si verifichi una momentanea scopertura della polizza per un ritardo di comunicazione dei flussi informativi da parte delle aziende. È necessario attendere qualche giorno e riprovare ad effettuare le prenotazioni per un periodo successivo.

Potrai trovare tutte le informazioni che ti servono nella Guida ai Servizi Online UniSalute oppure potrai guardare i video tutorial dei servizi UniSalute WEB per l’utilizzo del portale e per l’utilizzo della App UniSalute che ti consigliamo di scaricare dallo store Google Play e App Store.

Il piano sanitario ha validità in tutto il mondo.
I lavoratori, trovandosi all’estero, potranno richiedere il rimborso, entro i limiti contrattuali previsti dal piano, per quelle garanzie che prevedono la possibilità di usufruire delle prestazioni nel caso di strutture non convenzionate con Unisalute.

Per la richiesta di rimborso il lavoratore dovrà, come sempre, presentare la copia della fattura e la prescrizione medica con quesito diagnostico.

Le spese sanitarie sono detraibili entro i limiti di Legge soltanto per la quota rimasta a carico del contribuente/assicurato.